Crisi: anche la Bellelli rischio chiusura

310

Fuga da Bellelli EngineeringDa quattro mesi, l’azienda che produce attrezzature per l’estrazione di gas e petrolio, non paga gli stipendi. E il patron Antonio Monesi, incontrando gli operai per chiarire la situazione, è arrivato persino a prospettare la fine dell’avventura aziendale, portando i libri in tribunale. In realtà, probabilmente, Bellelli Engineering chiederà quantomeno un concordato preventivo.
Ma intanto chi può se ne va, licenziandosi con giusta causa, se non altro per poter contare, in questi mesi, sull’indennità di disoccupazione. Mentre il sindacato già si preoccupa di seguire, dal punto di vista legale, le istanze per il recupero dei crediti vantati dai circa 40 dipendenti dell’azienda. Quattro mensilità arretrate, appunto.

fonte: La Voce di Rovigo