Indennità di 600 euro ai lavoratori dello spettacolo

60
Lavoratori dello spettacolo: indennità di 600 euro

Un’indennità pari a 600 euro per il mese di marzo da erogare ai lavoratori del settore dello spettacolo “iscritti al Fondo pensioni Lavoratori dello spettacolo, con almeno 30 contributi giornalieri versati nell’anno 2019 al medesimo Fondo, cui deriva un reddito non superiore a 50.000 euro, e non titolari di pensione”. Lo prevede il cosiddetto dl Cura Italia, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, per far fronte allo stop del settore, previsto dal governo per fronteggiare l’emergenza coronavirus, che ha visto la chiusura di teatri, cinema, sale da concerto e la sospensione di ogni attività dello spettacolo. Il decreto precisa che questi 600 euro non concorrono “alla formazione del reddito ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917” e che sono erogati dall’Inps cui va inoltrata una domanda. I fondi non sono illimitati, l’indennità, specifica il dl Cura Italia, sarà erogata “nel limite di spesa complessivo di 48,6 milioni di euro per l’anno 2020. L’Inps provvede al monitoraggio del rispetto del limite di spesa e comunica i risultati di tale attività al Ministero del lavoro e delle politiche sociali e al Ministero dell’economia e delle finanze. Qualora dal predetto monitoraggio emerga il verificarsi di scostamenti, anche in via prospettica, rispetto al predetto limite di spesa, non possono essere adottati altri provvedimenti concessori”, conclude il dl.

Fonte: Cinecittà News, articolo completo qui