Intervista a Jader Girardi Dj

115
Jader Girardi Deejay

Oggi noi del Pettegolo Blog di Rovigo abbiamo il piacere di intervistare un deejay polesano storico che purtroppo non sta benissimo. Lui è Jader Girardi, più di un ventennio in forza a Delta Radio, numerose produzioni discografiche ed una marea di serate in tutti i locali del Veneto, dal Malibu di Volto di Rosolina allo Studio 16 di Arquà Polesine passando per Macrillo ad Asiago ed Extra Extra a Padova.

1) Intanto ciao Jader, come stai e cosa stai facendo in questo periodo? Questo è un periodo molto “strano” per me, non sto’ “vivendo” come voi tutti, questo periodo segnato dal “LOCKDOWN”, perché da più di un’anno sono costretto a letto a causa di un intervento di protesi all’anca che ha avuto dei tragici risvolti.
2) Come vedi l’attuale situazione per i deejay ed il mondo dei locali? Il mondo dell’intrattenimento è interamente collassato, i titolari dei locali, i dj e gli operatori di questo mondo con cui sono costantemente in contatto si dedicano ora ad un diverso lavoro o si sono reinventati una nuova professione, qualcuno non ha mollato del tutto però, soprattutto tra i DJ vedo infatti sui social che molti continuano a proporre dei gran bei
“momenti” di musica dance, utilizzando delle dirette audio/video dalle
consolle installate nelle proprie abitazioni…. AMMIREVOLI !!!!
3) Tu hai avuto grandi esperienze in discoteche della zona e non solo; ritornerà la discoteca come la conoscevamo? Lo spero vivamente!!!!! Bisognerà pazientare però, si perché siamo di fronte ad un “BUCO NERO” !!!! La discoteca prima ci accoglieva dai 14 anni delle domeniche pomeriggio in poi fino ai 40 anni delle notti…
4) Una serata indimenticabile della tua carriera da deejay? Un sabato sera di gennaio del 1997 alla mitica discoteca Black Out di Porto Tolle (Ro), con me venne a suonare nientepòpò di meno che il grande e unico dj Maurizio Molella da Radio Deejay!!!  Suonò per la prima volta in pubblico un disco….“The Flight” di “Freefall feat. Jader G.” cioè il mio disco di cui lui era il PRODUTTORE…indimenticabile!!!
5) Dimmi un artista con cui vorresti lavorare ed uno con cui hai lavorato che ti ha insegnato molto? Attualmente non saprei con chi condividerei la consolle se non con dei
grandi deejay del mio passato: Cristiano Curri, il primo amore non si scorda mai, con Silver (Silvestro Puglia) !!!!!! ed Eddy Irianni !!!!!!!! Non riesco a trovare giusti termini per definire questi due quindi mi limiterò a dire …Grandissimi !!!!! Cristiano uno stimolo continuo, con gli altri 2, il “mio modo” di miscelare i dischi ha subito una enorme trasformazione, direi un salto di qualità, mi scuso con Eddy ma sopratutto con Silver….. mi sono sentito veramente……….”REALIZZATO” in quello che facevo, con il mio lavoro !!!
6) C’è qualcuno in particolare che vorresti ringraziare o salutare dopo tanti anni di clubbing? Riccardo Travaglia innanzitutto, insieme siamo entrati in quel mondo e sostenendoci a vicenda siamo cresciuti, Andrea Polato & C. di Radio Londra che mi portarono via da Porto Tolle e poi loro….Enzo, Enrico e l’intera famiglia Ferrari. Per loro creare le serate allo “STUDIO 16” era una “MISSIONE” la cura dei particolari era “MANIACALE” i risultati ne furono la prova…… continui “SOLD OUT” sia al venerdì che al sabato !!!!
7) Progetti per il futuro? Mi sto’ organizzando con la giusta attrezzatura per ricominciare da capo, dal mio “primo amore”, ho acquistato un nuovo “basso elettrico” con un buon
amplificatore e strimpello aiutandomi con delle basi prese dal web, in questo periodo è sicuramente un buon viatico per me.

Ringraziamo ancora Jader per la gentile disponibilità. Grazie per avermi concesso il tuo tempo, ti saluto tanto e saluto i tuoi “FOLLOWERS” mi raccomando, always stay connected!

Alcune serate con Jader Girardi deejay