Istat vs covid-19, nel 2019 morti 647mila italiani…

307

I numeri, seppur assoluti, possono prendere vari significati se non contestualizzati. Oggi le vittime del coronavirus o covid-19 sono arrivate a 7503 casi, una cifra ragguardevole se non fosse paragonata al numero totale di morti dell’anno scorso: 647mila deceduti, mediamente 1772 circa al giorno, su una popolazione totale di 60 milioni e 317 mila (dati Istat 2019). Ci sono stati anche 435mila bambini nati vivi, in pratica per 100 persone morte sono nati solo 67 bambini.

Ma quali sono state le principali cause di morte? Guardando nel dettaglio le tabelle ISTAT sulla mortalità e le cause principali di decesso in Italia (gli ultimi dati aggiornati disponibili sono relativi al 2017, su un totale di morti pari a 650,614) scopriamo che il boom di decessi è legato a malattie del sistema circolatorio. Tra ischemie, infarti, malattie del cuore e cerebrovascolari muoiono più di 230mila persone all’anno. In seconda posizione troviamo i tumori, che causano la morte di 180mila persone. Arriviamo ora all’influenza e alla polmonite. I dati ISTAT ci dicono che su un totale di più di 53.000 morti a causa di malattie del sistema respiratorio nel 2017, 663 decessi sono dovuti a complicazioni da influenza (per lo più in soggetti dai 75 anni in poi) e 13.516 sono legati alla polmonite. Lasciamo a voi libertà di ragionare su queste cifre.

fonte: Istat e Money.it