Modà e Battisti, il Caruso chiude la stagione all’italiana

153

Battute finali anche per il locale di Mario Lodo. Il concerto dei Timodà anima, infatti, questo sabato il penultimo weekend stagionale del Caruso di Papozze. La formazione dedicata a Kekko Silvestre e soci nasce come Riflesso ma da alcuni anni il leader Phil Grandini ha interpretato il famoso collega, realizzando un tributo che vanta ogni anno sempre più fans. Per l’ultimo sabato, 20 maggio, il Caruso attende invece il Battisti Project, tributo a Lucio Battisti nato nel 2010. Formatasi dall’incontro di persone con precedenti e diverse esperienze musicali, scaturita dalla voglia di portare nei locali e sui palchi estivi la musica “eterna” e tuttora sempre rimpianta del grande Lucio, la band va a proporre il periodo “Mogoliano” riarrangiandolo, ove possibile, con una chiave di lettura più rock, con sonorità aggiornate, moderne e di impatto acustico coinvolgente. Uno dei nostri principali obiettivi è quello di riproporre il repertorio live in un’ ottica decisamente più dinamica e “rockettara”; che il pubblico, anche quello più giovane che può non conoscere bene Battisti, possa sentirsi attratto e divertito.
Ciò non toglie che i Battisti Project siano una delle poche band che però propongono la propria scaletta musicale anche in una seconda versione diversa, acustica, adatta in particolar modo a locali di dimensioni medio-piccole o comunque a situazioni dove si vuol ricreare un’ atmosfera più pacata, più intima.

Teatro Caruso, via Gramsci, Papozze (RO) – info/prenotazioni: 0426/44027 oppure 348/8651758