“Movida sicura” a Ferrara sul modello Barcellona

55
Ferrara Musica Festival, concerto di Elisa nel 2020.

Parole importanti da parte di Alan Fabbri, sindaco di Ferrara proiettato nel futuro e molto sensibile all’importanza di portare musica e divertimento in città. L’anno scorso abbiamo partecipato in tutta sicurezza ai concerti di Nek ed Elisa, serate meravigliose in centro a Ferrara mentre a Rovigo salta addirittura Rovigoracconta e di certo non si parla di eventi. “L’estate scorsa – scrive Fabbri – con molti sacrifici, abbiamo tracciato la linea dei grandi eventi in Italia organizzando una serie di concerti che rispettavano tutte le disposizioni anti-Covid. Con “Movida sicura” abbiamo studiato e attuato un protocollo per la tutela sanitaria, il monitoraggio degli accessi e la sicurezza, preso come esempio anche da molte altre realtà a livello nazionale. Per questi motivi ho deciso di candidare la nostra città a test nazionale per la ripartenza dei grandi eventi, senza distanziamenti, sul modello positivo di Barcellona. Ritengo che a Ferrara abbiamo maturato tutte le professionalità necessarie per ripetere il successo spagnolo. Coinvolgeremo anche l’Università di Ferrara e metteremo a sistema tutte le competenze ferraresi su questo tema con l’obiettivo di arrivare ad un nuovo protocollo da sottoporre all’Istituto superiore di Sanità. Il proseguimento della campagna vaccinale, la stagione estiva, il green pass e lo studio di nuove formule per riportare i cittadini stranieri in Italia, sono elementi che possono consentirci di avviare ulteriori riaperture adottando il criterio del rischio ragionato, più volte rimarcato dal presidente Draghi. Spero che il governo ci dia fiducia e accolga questa proposta”. Tanti auguri ad Alan Fabbri per il suo lavoro da parte del Pettegolo e chissà che non ispira anche le istituzioni della nostra città.

 ufficio stampa/copywriting/social media: click here