Padova Pride Village, anche la Ventura per “celebrare” Stonewall

28

Si apre una delle settimane più importanti per tutto il mondo LGBT. Giunge infatti al suo culmine il Pride month con le celebrazioni legate all’anniversario dei moti di Stonewall di cui quest’anno, il 28 giugno, ricorre il cinquantenario. Fu infatti in quella notte del 1969 che gli avventori dello Stonewall Inn, un bar gay in Christopher Street nel Greenwich Village di New York, si ribellarono per la prima volta ai soprusi della polizia dando vita al movimento di liberazione gay moderno in tutto il mondo. Per festeggiare un anniversario così importante, il Pride Village, la più grande manifestazione LGBT italiana, ha organizzato una settimana molto densa di eventi che culmineranno proprio nella serata di venerdì 28 giugno con la partecipazione di Simona Ventura che riceverà il premio di “Persona LGBT dell’anno”. Il Village intero si sposterà poi virtualmente a New York trasmettendo direttamente dal Word Pride della Grande Mela, il discorso che Alessandro Zan, in qualità di unico ospite italiano sul palco. Senza dimenticare il grande party di sabato 29 giugno organizzato con la collaborazione delle più famose realtà LGBT italiane. La settimana prenderà il via mercoledì 26 giugno all’insegna dell’irresistibile simpatia di Valentina Persia, comica, attrice e ballerina italiana, volto storico e protagonista indiscussa anche della nuova edizione de “La sai l’ultima”. Il suo esordio nel 1994 le ha aperto le porte a tantissime altre trasmissioni e produzioni cinematografiche. Pippo Franco, tra gli altri, l’ha voluta come ospite fissa nel programma Sotto a chi tocca e tanti altri.  Tra i suoi film più importanti troviamo Di che peccato sei? di Pier Francesco Pingitore, mentre in tv ha riscosso grande successo con la serie Caterina e le sue figlie, accanto a Virna Lisi, Giuliana De Sio e Alessandra Martines. La filosofia di vita di Valentina Persia è tutta racchiusa nella frase con cui è solita salutare il pubblico: «Ricordatevi di sorridere anche quando il vostro sorriso è triste, perché più triste di un sorriso triste c’è solo la tristezza di non saper sorridere». La serata inizierà come di consueto alle 19.30 con i successi musicali dell’Aperiradio e si concluderà al ritmo della disco latino americana di Yumi Medina. [Ingresso 5€ dalle 19.30 alle 23.30; gratuito dalle 23:30 alle 2.00]. L’approfondimento culturale di giovedì 27 giugno vedrà protagonista Fabio Canino, attore, scrittore, conduttore radiofonico Radio2 Rai e personaggio televisivo italiano. Canino sarà al Village in veste di scrittore per presentare, intervistato da Giusva Iannitelli, il suo ultimo romanzo “Le parole che mancano al cuore” (SEM Editore, 2019) che accende i riflettori sull’omosessualità̀ nel mondo del calcio di Serie A. Per Matteo l’amore è fatto solo di incontri segreti, ragazzi che poi spariscono nel buio da cui sono arrivati. D’altronde, Matteo è un calciatore di serie A, e “i calciatori di serie A gay non esistono”: lo dicono gli stadi, lo dice la stampa, lo dicono a volte persino certi allenatori. Poi, però, con l’inizio del nuovo anno, ecco arrivare il “fenomeno” Thiago, scoperto da uno scout nelle favelas brasiliane quand’era ancora un bambino e, poi, passato di squadra in squadra fino a giungere al Real Madrid, per approdare infine proprio in Italia, nella stessa società di Matteo. Tra i due c’è subito intesa, qualche sguardo improvviso, un abbraccio prolungato più del solito, e quella passione comune per i videogiochi che li avvicina ulteriormente, permettendogli di vivere avventure che nell’esistenza di tutti i giorni sono a loro negate. La serata prosegue sul dance floor con Iuri DJ, da molti anni al timone di uno dei club più popolari del Nord Italia, l’Art Club di Desenzano sul Garda. [ingresso gratuito dalle 19.30 alle 22.30; 2€ e dalle 22.30 alle 2.00] 

L’attrice comica Valentina Persia

A partire da venerdì 28 giugno il fine settimana si fa sempre più intenso. In occasione della data simbolo del movimento LGBT mondiale, il Pride Village ospiterà sul proprio palco Simona Ventura che riceverà il premio “Persona LGBT dell’Anno”.  Nato in occasione del decimo anniversario della manifestazione patavina, il premio vuole essere un riconoscimento per chi si è contraddistinto negli ultimi mesi per la difesa dei diritti delle persone lesbiche, gay, bisessuali e trans. Già madrina di quella storica edizione, Simona Ventura non si è mai tirata indietro dall’appoggiare le istanze LGBT, come matrimonio egualitario e le adozioni. Per questo, il Village ha voluto riconoscerne l’impegno dandole un riconoscimento che negli anni precedenti è stato tributato anche al giornalista Diego Bianchi e a Franco Grillini, figura storica del movimento gay italiano. Nel corso della serata, inoltre, tutto il pubblico parteciperà idealmente al Word Pride in corso a New York. Verrà infatti trasmesso in diretta il discorso che Alessandro Zan, ideatore del Festival, terrà dal palco della Grande Mela, in qualità di unico ospite italiano. Il divertimento sarà poi assicurato da Once Upon A Drag, contest nazionale diretto da Celine DinDon.  Presentate da LaCry, Drag Queen, Bio Queen, Drag King e Cosplayer dovranno emulare i personaggi dei cartoni animati tra show, sfilate e improvvisazione. Alle consolle troveremo i Dj Radda sul blulevard ed Enrico Meloni al Palavillage per ballare fino a notte fonda. [ingresso gratuito dalle 19.30 alle 21.00; 6€ dalle 21.00 alle 4.00]

fonte: Comunicato Stampa Padova Pride Village