Palazzo Roverella: un racconto neorealista tra le valli del Delta del Po

27
Sofia Loren sul Po in "La donna del fiume"
Dal 24 Marzo al 1° Luglio il Palazzo Roverella ospiterà un’interessante rassegna in cui il protagonista è il Polesine, quella fetta di terra che circonda gran parte della provincia di Rovigo, laddove il fiume Po si getta nel Mare Adriatico.
CINEMA! Storie, protagonisti, paesaggi – questo è il titolo della mostra che racconta il Delta del Po, omaggiato dall’occhio del cinematografo, un viaggio tra le pellicole di celebri registi come Roberto Rossellini, Luchino Visconti, Michelangelo Antonioni, ma anche artisti contemporanei come Ermanno Olmi e Carlo Mazzacurati.
Il curatore dell’esposizione è Alberto Barbera, presidente della mostra di Venezia e del museo del cinema di Torino. “È proprio nelle acque, nelle dune sabbiose e nella vegetazione del Polesine che nasce la corrente cinematografica del neorealismo – spiega Barbera – soprattutto in film come La donna del fiume di Soldati, con Sofia Loren, e tanti altri, tra documentari e cortometraggi regionalistici.”
Non solo fotografie di film ma anche manifesti e locandine, testimonianze storiche, video d’archivio, il tutto concentrato sul paesaggio del Delta del Po.
I più nostalgici ricorderanno Cornetti alla crema, il film comico con Lino Banfi ed Edwige Fenech, ambientato a Rovigo; altri avranno di sicuro apprezzato il capolavoro di Carlo Mazzacurati, La giusta distanza, girato tra le valli del Po.
Quante volte l’arte ha incontrato il nostro Polesine? Scopriamolo!
::
SABATO 24 e DOMENICA 25 MARZO ore 11:00 – 15:30 – 17:30
Visite guidate ad orario fisso per singoli viaggiatori
biglietto 5 euro; visita guidata 4 euro
per info 0425 460093   info@palazzoroverella.com
orari: 9:00 – 19:00  sabato e festivi 9:00 – 20:00
::
autore: Enrica Pighin
::
Scene dal film “Cornetti alla crema” girato a Rovigo