Piante rubate ai “Bonfi”, ancora mini furti a Rovigo

77

Dopo i due tavoli e le otto sedie di plastica rubati all’Arte della Piadina, proseguono i piccoli furti in città. Vittima questa volta l’Osteria dei Bonfi, colpiti da “signore in bicicletta che continuano a RUBARCI le piante e le fioriere in veranda”. Testuali parole della stessa osteria che sulla sua pagina Facebook denuncia il vergognoso accanimento contro quell’angolo verde all’esterno del locale. E prosegue: “Care signore la veranda dell’osteria è video sorvegliata. Questo vuol dire che ci sono le telecamere che riprendono tutto 24 h su 24 h. Secondo Voi vale la pena di rischiare una denuncia X furto per il valore delle piante che ci rubate? Appunto non è per il valore delle piante in sè ma solo per il disagio che ci create in quanto abbruttite un angolo che cerchiamo di rendere piacevole. Mi rivolgo in particolare alla signora bionda che sabato mattina alle 6,30 ha agito nella totale indifferenza delle telecamere ed era con molta probabilità già intenzionata a rubare fuori in giro visto che era munita di paletta da giardino. Le piantine che ci ha rubato erano state piantate il giorno prima, spero siano di suo gradimento…”. Tralasciamo le maledizioni che concludono il messaggio e pensiamo alla tristezza di questi furti. Ladri di polli praticamente, non crimini efferati e pertanto ancora più vergognosi. Ma come siamo messi?