Riaperture: aggiornamenti per ristoranti, spiagge e turismo

107

Il Dpcm ancora non è stato emesso, potrebbe arrivare in giornata. Le linee guida elaborate dal Veneto, in particolare, riguardano la distanza minima da tenere in spiaggia, nei bar, nei ristoranti. Secondo quest disposizioni, ci sarà l’obbligo di fare indossare le mascherine ai clienti dei ristoranti ogni volta che non si è seduti al tavolo. E poi, igienizzanti per la mani e mascherine ai camerieri, consumazioni al banco solo se è possibile la distanza di un metro. Non saranno consentiti buffet. Distanza di un metro anche tra i clienti del ristorante. E gli imprenditori del settori tirano un sospiro di sollievo: «A queste condizioni possiamo riaprire tutti». 

Per quanto riguarda le spiagge, anche quelle libere, si prevede un metro la distanza tra le persone. Saranno vietati i giochi e gli sport di gruppo. Sulle spiagge bisogna assicurare almeno 10 metri quadri per ogni ombrellone. Tra i lettini va garantita la distanza di almeno 1,5 m. Lettini, sedie a sdraio, ombrelloni etc. vanno disinfettati ad ogni cambio di persona o nucleo familiare. In ogni caso la sanificazione deve essere garantita ad ogni fine giornata. Potrà essere rilevata la febbre all’ingresso impedendo l’accesso se la temperatura supera 37,5 C°.

Per quanto riguarda gli spostamenti tra Regioni, il via libera dovrebbe arrivare il 3 giugno, mentre dal 18 maggio, gli spostamenti all’interno delle Regioni saranno liberi, senza autocertificazioni.