Rovigo: eventi estivi e la “Cittadella delle arti”

73
Rovigo, piazza XX Settembre

Il coordinamento del Forum dei cittadini ha convocato una riunione, aperta all’assemblea e ad uditori esterni, sui temi della cultura, che ha visto la partecipazione del Vice Sindaco-Assessore alla Cultura Roberto Tovo. I lavori, introdotti da Federico Saccardin, sono stati coordinati da Marco Chinaglia: Roberto Tovo, nella sua dettagliata relazione, ha sviluppato una ampia presentazione delle azioni e degli obiettivi della Giunta. Tra i vari argomenti trattati Tovo ha introdotto il progetto della “Cittadella delle arti” (si attende l’esito del bando del Governo per il suo finanziamento) da realizzare nell’area lungo Via Oroboni, che prevede la realizzazione di un bosco urbano e di un giardino, la riqualificazione del Teatro Studio, e la riqualificazione dell’ex Gabar, che sarà dedicata alla musica e alle arti visive creando spazi per i giovani in collaborazione con il CUR. La programmazione degli aventi culturali in città, a causa della pandemia, partirà dopo maggio con la realizzazione di varie iniziative tra le quali: il “Maggio Rodigino” a giugno, una piccola stagione teatrale all’aperto nel mese di luglio (prosa ed una operetta), Cello City a fine agosto-inizio settembre. Seguiranno i festival Opera PrimaWallabe-Street Art, l’Ottobre Rodigino e la stagione lirica fino a dicembre.

fonte: Rovigoinfocittà