Torre Mozza, il birrificio rodigino è anche on-line

113
Daniele Menin al lavoro all'interno del suo birrificio (NaDa Fotografie)

I numerosi avventori dell’Hops e del Barley, due famosi locali del centro, lo sanno già: la birra artigianale è una grande realtà anche a Rovigo e con una produzione seria con tanto di birrificio in via Chiarugi ed ampia scelta. Il Birrificio Torre Mozza nasce ufficialmente l’anno scorso da un’idea di Daniele Menin dell’Hops che già due anni prima progettava, come dice lui, questa “pazzia”. Il nome si ispira alla storia di Rovigo, città di costruzione medioevale, in cui svettano i resti del castello. La Torre Grimani, una delle due torri sopravvissute e diventata simbolo della città insieme alla Torre Donà, è appunto detta “Torre Mozza” a causa del crollo della parte superiore. Il logo del birrificio, invece, composto da un pentagono rovesciato, racchiuso da due spighe e da un luppolo al centro del lato superiore, richiama la planimetria storica delle mura del castello.

Torre Mozza, interno del birrificio (NaDa fotografie)

La Falcone, la Maui, la Libbano, la Ipamena ed altre ancora, sono le birre di Torre Mozza, un connubio tra la tradizione inglese e la continua ricerca di stili ancora poco conosciuti dal grande pubblico. Queste e tantissime altre informazioni le trovate sul nuovo sito del birrificio appena realizzato da Riccardo Turcato di Comunicazione Creativa. Non mancano foto dello stabilimento Torre Mozza e le coordinate su dove trovare le birre e come diventarne rivenditore. Visitatelo e…Cheers!