Verona: L’Alter Ego chiude…

462

L’annuncio era già nell’aria da mesi ed ormai anche i quotidiani ne parlano, tanto che la notizia sembra davvero ufficiale. La discoteca Alter Ego chiude, forse per sempre. Una delle più famose d’Italia, spesso meta di tantissimi polesani, sinonimo di divertimento e trasgressione. Una storia con momenti difficili come la chiusura temporanea dopo il maxi controllo nel 2008 ed ancora nel 2012 per motivi di sicurezza. Sembra che l’ultimo ballo (o il penultimo) in collina sarà domani sera, sabato 12 gennaio, con l’Orbit una delle serate cult della discoteca. Ovviamente in consolle i deejay da sempre protagonisti di questo party, Paolo Martini e Marco Dionigi, vocalist il badiese Ale Pulga. Una grande perdita per il mondo della nightlife, in crisi, secondo alcuni, da quando è arrivato l’euro. Tristezza e sfoghi vari invadono il web e non mancano le polemiche. Più di qualcuno ne è addirittura contento. Ci hanno colpito le parole di Andrea Oliva, ex proprietario dell’Alter Ego, che i primi giorni del 2019 scriveva così su Facebook: “Io non vorrei essere polemico , non vorrei proprio…Ma, in questi giorni , mille messaggi , mille telefonate , persone dispiaciute e disperate perché sarà l’ultimo ORBIT e perché , a breve , anche la collina chiuderà .
Tutti che mi chiedono come mai , che non è possibile una cosa del genere , che non esiste etc. etc. etc.Ma , mi chiedo , se la collina vi sta cosi tanto a cuore , perché sono anni che non venite ? Se non volevate che i locali storici come MAZOOM , ALTER EGO , PRINCE , ULTIMO IMPERO , MOVIDA , AIDA , ECHOES , MATIS e non vado avanti , chiudessero , bastava solamente andare a frequentarli e non stare a casa o andare a sentire reggetton solo per vedere qualche figa ! Bastava poco , bastava continuare a farli vivere e non a nascondersi dietro la solita scusa: si è riempito di bimbiminkia (…) “.
Ed ancora: “(…) Meglio lasciare un bel ricordo che ridurci a schiavi di questa sottocultura musicale! Chiuderemo un epoca , ma continueremo ad insegnare a quelli che avranno voglia di ascoltare !”. Amen.